Report: Il Bronx sta registrando nuovi record per la popolazione, il business e per la crescita del lavoro.

Dal 1980 la popolazione del Bronx è cresciuta del 36%, appena sotto lo storico picco del 1970, recuperando la popolazione persa durante le decadi di disinvestimento nei cosiddetti anni di fuoco.

Questa crescita è stata alimentata dagli immigrati, che sono più che duplicati nel nostro distretto dal 1980, aiutando a creare una delle contee più diversificate del paese.

Gli immigrati sono anche metà della forza lavoro, rappresentando anche il 60% degli imprenditori che lavorano autonomamente.

“…Il Bronx sta ottenendo continui record per la popolazione, il business, e la crescita del lavoro” ha dichiarato il supervisore fiscale dello stato di New York Thomas DiNapoli, durante un comunicato stampa nel quale ha evidenziato molti dati statistici riguardanti il nostro quartiere, un tempo dimenticato.

Tra il 2007 e il 2017 il Bronx ha creato 40.900 posti d’impiego rendendolo l’UNICO quartiere di New York a non aver perso posti di lavoro.

I punti salienti dell’articolo includono:

  • Il Bronx ha la maggior percentuale di dominicani con quasi 220.000 residenti.
  • I residenti fanno registrare i tassi più alti di asma tra i pazienti che beneficiano del programma di sanità pubblica Medicaid nello stato.
  • L’assistenza sanitaria è l’impiego più diffuso nel Bronx, contando il 27% (65.800 posti di lavoro) tra tutti i settori lavorativi privati. Questo settore ha aggiunto più posti di lavoro (11.300) rispetto a tutti gli altri settori tra il 2007 e il 2017.
  • Il settore del tempo libero e dell’ospitalità ha avuto la crescita più rapida dal 2007, aumentando del 54% e aggiungendo 7.500 posti di lavoro (soprattutto nei ristoranti).
  • Tre quarti degli immigrati del Bronx provengono dall’ America Latina, con più della metà proveniente dalla Repubblica Dominicana (219.700). Il Bronx è la casa di quasi la metà di tutti gli immigrati dominicani di New York.
  • Il Bronx ha la più bassa età media (33,6) tra i 5 distretti. I bambini sotto l’età di 18 anni formano un quarto della popolazione, una quantità superiore a tutti gli altri quartieri.
  • La percentuale di residenti (dai 25 anni in su) con almeno un diploma di liceo è aumentata dal 69% nel 2010 al 72% nel 2016 ma rimanendo sotto la quota cittadina dell’82%, mentre la quantità di residenti con una laurea triennale o più, è salita, a partire dal 2010, dell’1.5%, raggiungendo il 18%, restando tuttavia sempre meno della metà della quota cittadina (37%)
  • I crimini denunciati sono diminuiti del 75% tra il 1990 e il 2017, con una riduzione dell’89% nel numero di omicidi. Ciò nonostante, il tasso di criminalità supera la media della città e c’è stato un incremento nel numero di omicidi durante la prima metà del 2018.
  • Nel 2018, il Bronx è stato classificato come la contea meno sana di New York per il nono anno consecutivo. Tralasciando alcuni miglioramenti, si trova ancora in fondo alla graduatoria per qualità della vita e fattori sanitari, inclusi tra questi il fumo e l’obesità.

Questo articolo evidenzia anche che, nonostante alcuni miglioramenti, il Bronx ha ancora tanta strada da fare.

Abbiamo ancora il reddito medio più basso di tutta New York con la più alta percentuale di persone che vivono in povertà.

Nonostante i miglioramenti economici abbiamo ancora il più alto tasso di disoccupazione nella città.

Il Bronx ha fatto grandi progressi e molta strada” ha detto DiNapoli. “Ha registrato dei record di occupazione per 10 anni consecutivi. Tuttavia, troppi residenti rimangono in povertà, la disoccupazione è particolarmente alta tra la gioventù del quartiere, e la disponibilità di alloggi a prezzi accessibili è una grande preoccupazione. Spero che questo articolo fornisca ai funzionari eletti del distretto, alla comunità commerciale e ai servizi sociali, informazioni d’aiuto affinché continuino a lavorare per la rinascita del Bronx.”

Gran parte di questa crescita è una testimonianza della gente del Bronx e della loro capacità di adattamento.

Dai un’occhiata all’articolo completo (in versione pdf)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s